Un viaggio ai confini della Moda Stampa
OkNotizie

L’ARMADIO: PRONTE PER UN VIAGGIO AI CONFINI DELLA MODA?

Chi di voi non si è mai trovata a fissare il proprio guardaroba sentendo salire un po’ d’angoscia dentro di se’ di fronte alla quantità infinita di abiti ed accessori magari tutti mescolati tra loro o ancora peggio senza avere alcuna idea su cosa indossare? Eh sì perché quando accumuliamo vestiti, magari acquistati d’impulso o solo perché ad un prezzo d’occasione, a cui ci era sembrato impossibile rinunciare, molti di essi rimangono inutilizzati per anni e anni (e non dico così per dire!) perché considerati ormai fuori moda, altri troppo stretti o troppo larghi ed altri ancora semplicemente dimenticati perché sommersi. Il mio ormai è diventato un vero e proprio bazaar, tanto che spesso la mia gatta si butta al suo interno e sparisce senza che nessuno riesca a trovarla per giorni!!!

Dopo aver scritto riguardo a quelli che secondo me sono i pezzi irrinunciabili della prossima primavera estate, ora è tempo di liberarci di quelli che da tempo non sono più così irrinunciabili e a questo punto direi che diventa necessaria una vera e propria "pulizia".

 

Ma, prima di dare inizio a quest’opera – che sono sicura si rivelerà di proporzioni bibliche o omeriche (comunque vada, moooolto lunga e faticosa) – vi avverto: una volta cominciato non si può più tornare indietro! All’inizio sarete piene di entusiasmo, iniziativa, cariche di voglia di fare (vivrete il tutto come una sorta di catarsi personale) e quindi pronte a scalare montagne di vestiti, ma a metà dell’opera, quando tutto – e dico tutto – sarà un po’ sparso ovunque in attesa di essere riposizionato nell’armadio, scartato definitivamente o modificato, verrete avvolte da una nube di scoramento e distrutte comincerete a pensare "ma chi me la fatto fare???". Ed è proprio allora che vi renderete conto che non sarà più possibile tornare indietro e che sarete incastrate ormai per ore ed ore, costrette a provare e riprovare vestiti di cui non ricordavate nemmeno più l’esistenza… Ma bando alle chiacchiere, mettetevi in ferie, procuratevi acqua e viveri, staccate il telefono e date inizio all’ardua impresa:

1. In piedi di fronte al vostro amato/odiato armadio, svuotatelo di ogni pezzo e pian piano posizionate tutti (e dico tutti, non ci provate!) gli abiti sul letto e siccome non credo che basti, su ogni possibile ripiano prima della camera da letto e poi della casa (aiutoooo, l’invasione è cominciata!)

2. E’ arrivato il momento più difficile: dovete, DOVETE, provare i vestiti ad uno ad uno e senza pietà scartarli (mi raccomando, non fatevi prendere da sentimentalismi o da pensieri del tipo " ma questo l’ho pagato troppo non posso eliminarlo" ) – e questo vale anche per quelli con l’etichetta ancora attaccata - o con un sospiro di sollievo riporli nel vostro armadio. Se siete abbastanza fortunate da avere un’amica fidata ad aiutarvi in questa impresa, siete già un pezzo avanti. Vi consiglierà con occhi più obiettivi dei vostri e vi sosterrà nelle decisioni più tristi e combattute. Consiglio fondamentale: vi assicuro, perché ci sono già passata, che se non avete utilizzato un capo (qualunque cosa sia) per un anno o addirittura 2 o 3, non lo indosserete mai più. Quindi, senza troppe preoccupazioni e perplessità, procedete alla sua eliminazione, non avrete rimpianti! Addio vecchio maglione infeltrito! Addio jeans minuscoli di quando avevamo 12 anni!

3. Nel vagliare cosa tengo/cosa butto, non dimenticatevi di considerare che alcuni capi possono essere modificati con molto poco – parola d’ordine "restyling" - soprattutto quelli di buona fattura, basta accorciare un po’ qui o stringere un po’ più lì.

4. Durante tutta l’operazione pensate sempre che avrete la possibilità di "rivendere" i vostri capi mediante ebay o presso uno di quei negozi dell’usato - meglio detti vintage (ogni città ne ha almeno un paio) e non solo in questo modo regalerete nuova vita ai vostri vecchi vestiti/accessori con la possibilità di far felice qualcun altro, ma forse riuscirete pure ad acquistare qualcosa di nuovo per voi!

5. Ed ora finalmente la luce in fondo al tunnel! Anche se al limite delle vostre forze, se ne aveste ancora voglia, potete dividere gli abiti per categorie e/o (ancora più da esagerati, ma si sa il mondo è bello perché vario!) per colore. Avrete così una visione d’insieme molto più chiara ed immediata e questo vi aiuterà nella scelta di cosa indossare. Se poi avete anche lo spazio sufficiente, perché non conservare le scarpe dentro le proprie scatole ed incollare al di fuori una piccola fotografia delle scarpe stesse come fanno le vip americane??? Non è così impossibile avere un armadio che tutte le vostre amiche vi invidieranno!

Stanche e sfinite, non potete far altro che esclamare: MISSIONE COMPIUTA! Mentre sorseggiate la vostra terza bottiglia di gatorade, gustatevi lentamente il sapore della vittoria. E vedrete adesso quanto sarà più facile e veloce vestirvi la mattina!

Alla prossima… e nel frattempo venitemi a trovare su www.yourstylespy.blogspot.com

P.S. per chi di voi non lo avesse riconosciuto… l’armadio è quello della mitica Carrie di Sex and the city