Lavorare nel mondo dello spettacolo


Elenco interviste
Flora Vona PDF Stampa E-mail

18512 10153205454954837 2530696504981513642 n

È da poco uscito il tuo ultimo film “I fiori del male”, regia di Claver Salizzato, dove, in qualche modo, sei tre volte protagonista. Ci racconti un po’ di questo progetto?
Il progetto cinematografico «I fiori del male» ha come fulcro il binomio sesso-amore, tre donne diverse, ma unite in un conflitto miscelato da sensi e spiritualità, tre donne sensibili ma forti al contempo e padrone del loro destino.


Tre donne diverse attraverso tre secoli differenti, dal ‘500 al primo ‘900. E un fil rouge che unisce idealmente le loro vite: l’inconciliabilità tra l’amore sacro e profano. Che ritratto di donna viene fuori?
Una donna sfaccettata, moderna e sensibile, che racchiude in sé tutto ciò che un uomo può desiderare.

In che modo hai lavorato sui questi personaggi così diversi tra loro per vissuto?
È stato un duro lavoro, spirituale, psicologico, ho effettuato molti training personali, calandomi in modo empatico nelle loro emozioni più profonde, è stato un viaggio che mi ha temprata ed emozionata, quando uscivo da una vita avvertivo un’ondata di sensazioni miscelate da gioia, dolore , rabbia e felicità, ecco perché amo questo lavoro, mi fa sentire viva e mi fornisce nuova linfa ed ossigeno rigenerato.

7110 10152821656179837 5675186486573135046 n

Interpreti tre donne: la poetessa Veronica Franco, Margherite Gautier, la signora delle Camelie di Dumas, e la spia Mata Hari. Quale tra queste è quella che hai sentito più vicina? E cosa, invece, ti ha lasciato ciascuna di loro?
Ho sentito fortemente la triade femminile, tutte all’unisono, anche se il Romanticismo della Franco è spiazzante e la sua personalità vivace ed accattivante al contempo.


Cosa significa “essere una donna” oggi?
Oggi più che mai la donna ha un ruolo decisivo anche nella società, vedere delle donne al comando è un’immensa gioia e soddisfazione, abbiamo lottato tanto, e qualcosa finalmente abbiamo ottenuto. La donna oltre all’aspetto materno necessario, deve possedere una tempra invalicabile, senza mai dimenticarsi della femminilità e della dolcezza, una “dolcezza” misurata a mio parere, meglio munirsi di un piccolo scudo protettivo, per le più sensibili intendo.

Guardando al passato, c’è un personaggio femminile che ammiri particolarmente?
Tante si, la Magnani, la Loren, Monica Vitti, Vivien Leigh e Meryl Streep.

Nella tua carriera, invece, a quale modello di attrice fai riferimento?
Un mix tra le attrici che ho detto prima ma soprattutto la Magnani, il suo temperamento mi affascina da sempre.

Nel cinema italiano lo sguardo, quasi sempre al maschile, che esplora l’universo femminile riesce a restituirne adeguatamente tutta la sua complessità? Cosa viene valorizzato e cosa non abbastanza?
Dipende dall’uomo che ci guarda e dal suo patrimonio interno. Spesso l’uomo si sofferma sull’aspetto estetico, ma per fortuna abbiamo menti eccelse nel panorama del cinema italiano che sanno andare ben oltre.

12295412 10153757631769837 2703468274957293238 n

Qual è un ruolo di donna che vorresti interpretare e che ancora non ti è stato offerto?
Mi piacerebbe entrare nei panni di una donna forte, testarda e del sud, ed ancor di più in una Giovanna d’Arco.

Se dovessi guardarti allo specchio e autodefinirti come persona, che parole useresti?
Sono una persona altruista e disponibile nei riguardi del prossimo e soprattutto empatica con chi mi colpisce nel profondo. Con il tempo ho imparato ad assaporare questo duro lavoro attraverso la saggezza e la calma nonostante io sia di natura sempre molto attiva nelle cose che mi piace fare”.

Cinema, tv, teatro, oltre che cantante e modella. Una professionista a 360 gradi. Ma qual è il mondo che preferisci e per il quale desideri essere ricordata? Qualcuno disse e lo diceva anche mia nonna materna alla quale ero molto legata, che bisogna lasciare delle opere sulla terra, quindi l'importante è costruire qualcosa che resti e lasci un messaggio a coloro i quali sono alla ricerca di stimoli artistici ed assetati di elementi utili per nutrire la propria anima.

1798614 10152447534124837 1429026076123555212 n

Cinema, canto, televisione, fotografia, teatro. In ognuno di questi settori, che lato caratteriale di Flora esce fuori?
Nel cinema sicuramente ci sono molti aspetti dell'animo umano che vorrei esplorare, inoltre amo la fotografia ed amo fotografare, mi piace giocare con l'obiettivo, perchè credo che attraverso la fotografia se si ha la fortuna di essere dipinti da un occhio esperto,credo si possa far un giusto esercizio per associarlo all'aspetto attoriale; il teatro credo sia alla base per una formazione solida per chi vuol fare questo lavoro seriamente, provo un sincero ed autentico rispetto per esso ed un forte entusiasmo, quando avverto i respiri del pubblico.



 
Intervista a Simone Corrente PDF Stampa E-mail

Intervista a Simone Corrente
Da attore in divisa a cantante Rap,  a  Simone Corrente le sfide piacciono ed è pronto a dare il meglio di sé per vincere con il suo insegnate Ryan il talent show che lo vede protagonista “ALTRIMENTI CI ARRABBIAMO”!
Simone si  è raccontato in esclusiva a noi di Lavorare nello spettacolo


Ti abbiamo lasciato come attore in divisa, e ti ritroviamo nelle vesti di un cantante rap, come è stato l’impatto con questa nuova disciplina?
Simone CorrenteIn una sola parola direi tragico! Trovo un po’ di difficoltà con il rap, non riesco a finire le parole della canzone che la base è già finita; ma migliorerò, lo spero! A tratti riesco anche a divertirmi e questa credo che sia la cosa più importante!

Trovi qualche punto d’incontro tra il tuo mondo della recitazione e il mondo rap del tuo professore Ryan Ramfar?
Sicuramente il fatto dell’interpretazione, una canzone per arrivare dritta al cuore della gente deve essere interpretata, così come noi attori facciamo con i copioni, i cantanti devono farlo con i loro testi.

Qual è il tuo rapporto con la musica?
Sono un ottimo “ascoltatore”, giro spesso con le cuffiette nelle orecchie e anche nella mia casa la musica non manca mai.

Nel rap è importante “tenere il ritmo". Anche sul set è così?

Leggi tutto...
 
Micol Olivieri PDF Stampa E-mail

“Lavorare Nello Spettacolo” intervista in esclusiva Nazionale la bellissima Micol Olivieri, giovane attrice che tutti voi conoscerete grazie alla sua partecipazione ne “I Cesaroni” dove interpreta il ruolo di Alice Cudicini, figlia di Lucia Liguori (Elena Sofia Ricci).

Micol, come mai i tuoi genitori hanno scelto questo nome?
Mia madre ha amato il personaggio di Micol, nel film "il giardino dei Finzi Contini" di De Sica e, dopo averlo visto anche io, devo dire che condivido.

Quali sono le tue passioni?
Libri, cinema, viaggi e musica... anche in ordine sparso!

Leggi tutto...
 
Intervista a Primo Reggiani PDF Stampa E-mail

In esclusiva per Lavorare nello Spettacolo Primo Reggiani ci racconta tutti i suoi progetti e ripercorre con noi i punti salienti della sua carriera tutta in ascesa! Da "Orgoglio" a "RIS", da "Ci Vediamo a Casa" a "Qualche Nuvola", ciak dopo ciak il bel Primo è riuscito a conquistare il pubblico con la sua bravura e la sua semplicità.

Il feeling che ti lega al pubblico non si è mai spezzato fin dai tempi di Orgoglio; ti vedremo a settembre nel film “Ci Vediamo A Casa” dove sarai in coppia con Vaporidis. Tanto è stato detto e  scritto sulla famosa scena del bacio, vuoi sdrammatizzare una volta per tutte?

Leggi tutto...
 
Il Regista del Mondo - Intervista a Carlo Fumo PDF Stampa E-mail

Carlo Fumo Il Regista del Mondo

"Il Regista del Mondo" è il nuovo originale ed innovativo progetto curato da Carlo Fumo, giovane ed intraprendente regista salernitano che è stato più volte ospite su "Lavorare Nello Spettacolo". Ha scelto di confidarsi ai nostri microfoni e di parlarci in esclusiva nazionale del suo film: il prequel-teaser del film verrà presentato in anteprima nazionale alla stampa e al pubblico attraverso l'organizzazione di un evento previsto a Roma per il prossimo 6 Dicembre al "Nuovo Cinema Aquila" in contemporanea all'anteprima mondiale via web, in collaborazione con Dailymotion.com, sito di broadcast francese.

Carlo, cos'è Regista del Mondo?

Leggi tutto...
 
Intervista in esclusiva nazionale ai Matia Bazar PDF Stampa E-mail

Matia Bazar

Sono il gruppo storico per eccellenza, protagonisti indiscussi di molti Festival della Canzone Italiana a Sanremo, le loro canzoni sono successi indimenticabili, basti pensare a "Per un'ora d'amore", "Solo tu" e "Vacanze Romane". Stiamo parlando dei Matia Bazar che, in occasione di un loro live al Festival di ValChiana, si sono raccontati in esclusiva per "Lavorare Nello Spettacolo"!

In questi anni la musica ha attraversato periodi difficili ma le vostre canzoni dagli anni '70 sono state dei successi indimenticabili. Qual è la vostra ricetta per essere sempre sulla cresta dell'onda?

Leggi tutto...
 
Alessandra Amoroso PDF Stampa E-mail

Foto Alessandra Amoruso

Il suo ultimo lavoro discografico, “Il mondo in un secondo”, è ormai da settimane al vertice delle classifiche. Nonostante il suo strabiliante successo, Alessandra Amoroso, è rimasta con i piedi per terra e, con tutta la sua semplicità, si confida in esclusiva nazionale ai microfoni di "Lavorare nello Spettacolo". Ripercorriamo con lei le tappe di questo suo cammino musicale, sicuri che sarà ancora molto lungo.

Alessandra, ci puoi descrivere la sensazione che si prova davanti ad un pubblico in delirio quando solo qualche anno fa eri una di loro?

Leggi tutto...
 
ESCLUSIVA! Intervista a Francesco Califano, Direttore di "Lavorare Nello Spettacolo" PDF Stampa E-mail

Francesco CalifanoIn esclusiva nazionale e per la prima volta nella storia di questo Portale, Francesco Califano (Direttore di "Lavorare Nello Spettacolo", noto Casting Director e socio della Scuola di recitazione "Fondamenta" a Roma) si confida ai suoi lettori, svelando, senza peli sulla lingua, il "dietro le quinte" del mondo dello spettacolo. Inoltre darà una risposta a tutti quei punti interrogativi, posti dagli Artisti, finora irrisolti.

Francesco, perché nasce la tua Associazione “Lavorare Nello Spettacolo”?

Leggi tutto...
 
Intervista a Tina Cipollari di "Uomini & Donne" PDF Stampa E-mail

Tina Cipollari di Uomini e Donne

Intervista a Tina Cipollari di "Uomini & Donne"

di Fabio Giuffrida

Sempre di più sono le star della tv che scelgono "Lavorare Nello Spettacolo" per confidarsi e per fare gli Auguri di Natale. Questa è la volta della simpatica Tina Cipollari, la grande Vamp di "Uomini & Donne", che noi abbiamo già avuto modo di conoscere ed intervistare. E' una donna umile, simpatica e molto schietta. E' sposata e follemente innamorata di Kikò, così lei lo chiama. Ha poi dei bellissimi figli che per lei sono "tutta la sua vita". All'intero di questa intervista si parlerà del suo Natale, dei suoi continui litigi con Rosy (l'impertinente donna del pubblico di U&D), del suo ruolo di madre e moglie, della sua esperienza a U&D, del nuovo "Uomini & Donne over 70" e dulcis in fundo.. Tina Cipollari ci ha dichiarato che sta scrivendo un libro, una biografia della Vamp Tina Cipollari! Buona lettura..

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 3
NEWSLETTER
ISCRIVITI E SARAI SEMPRE INFORMATO IN ESCLUSIVA SU TUTTI I CASTING E AUDIZIONI NON PUBBLICATI SUL SITO


Interviste VIP

Elenco interviste

Star del futuro

Interviste del mese