Lavorare nel mondo dello spettacolo


Paola Ferrulli si racconta in Esclusiva per Lavorare-Spettacolo.com PDF Stampa E-mail
OkNotizie

Paola Ferrulli si racconta ai microfoni di Lavorare Nello Spettacolo (ESCLUSIVA)

Pugliese doc, Paola Ferrulli nasce ad Altamura (BA) il 23 dicembre 1997. Attratta dalla musica fin da piccola, a soli 11 anni approda sul palco di Ti lascio una canzone, il fortunato show musicale di Rai1 condotto da Antonella Clerici, esperienza che le permetterà di farsi conoscere dal grande pubblico. Da quel momento colleziona solo successi: esce infatti il suo primissimo album, intitolato "Cosa farò da frande", si aggiudica importanti riconoscimenti come il premio "Sanremo DOC-Nuovi Talenti" e il "Sanremo Music Awards" e gira il mondo per portare la sua musica oltreoceano. Intervistata in Esclusiva per Lavorare Nello Spettacolo, Paola si è raccontata ai nostri microfoni parlandoci della sua esperienza a Ti lascio una canzone, dei suoi progetti discografici e dei suoi sogni per il futuro.

A che età hai scoperto la tua passione per il canto e come hai iniziato a coltivarla? Hai sempre voluto percorrere questa strada o da piccola immaginavi di intraprendere un percorso diverso?

"La mia passione per il canto l’ho scoperta da bambina, grazie a mio papà: lui amava cantare le canzoni di Renato Zero e mi ha coinvolta in questa magia. Più tardi ho iniziato a frequentare una scuola di canto. Ho cominciato per gioco, mi piaceva conoscere la musica attraverso canzoni e il solfeggio e volevo imparare sempre canzoni nuove inseguendo lo stile di Giorgia, Laura Pausini e Povia. Sognavo di diventare una maestra o una parrucchiera, non immaginavo di percorrere un cammino così ricco di soddisfazioni!".

Nel 2009 hai avuto il grande privilegio di partecipare a “Ti lascio una canzone”, esibendoti in prima serata su Rai1, davanti a milioni di telespettatori: che ricordo hai di quell’esperienza?

"Ricordo la mia prima uscita su Rai1 come se fosse ieri, con la canzone 'Il mio mondo' di Umberto Bindi. A 11 anni non mi sarei mai aspettata di immergermi in un contesto così nuovo e affascinante. E’ stata una bellissima esperienza partecipare e vincere il programma, conoscere un sacco di gente famosa e parlarci come se fossero amici, conoscere persone nuove con cui ho ancora contatti, sentire il pubblico dell’Ariston applaudire e calcare quel palco così ambito da tutti. Non si può descrivere l’emozione che provavo! Però posso dire che mi ha cambiato la vita, ma nonostante tutto frequentavo la scuola regolarmente".

Sul palco dell’Ariston hai duettato con artisti del calibro di Renato Zero: cos’hai provato ad esibirti in quello che è considerato il tempio della canzone italiana, con artisti così famosi?

"Tutti abbiamo degli idoli fin da ragazzi, tutti sogniamo di incontrarli e di scattarci una foto. Ma chi si aspetterebbe di duettarci? Io non mi aspettavo nulla del genere. Ero emozionata e impaurita allo stesso tempo per la paura di stonare o sbagliare qualche parola, ma è andato sempre tutto benissimo anche grazie ai loro consigli!".

Dopo l’esperienza a “Ti lascio una canzone”, hai inciso il tuo primo CD, “Cosa farò da grande”, al quale è seguito un nuovo album intitolato “Passo dopo passo”, contenente cinque brani inediti tra cui “Dirtelo”. Parlaci un po’ di questi progetti...

"Il mio primo CD, 'Cosa farò da grande', l’ho inciso nel 2010 grazie alla collaborazione dell’autore Pasquale La Rocca. E’ andato fin da subito bene nelle radio e la versione in spagnolo del primo inedito chiamato 'Cosa farò da grande', che parlava della mia esperienza a 'Ti Lascio Una Canzone', ha scavalcato le classifiche in Spagna. I primi che hanno visto il CD, all’infuori dei miei genitori e fratelli, sono stati i miei amici Gianluca, Ignazio e Piero de 'Il Volo', grandi artisti internazionali. Con 'Passo dopo Passo' sono entrata ufficialmente nel mondo della musica italiana. Prodotto dalla casa discografica Azzurra Music e con la promozione di Enzo Longobardi, l’ep contiene brani scritti dal cantautore e direttore d’orchestra Michele Pecora, nonché produttore artistico. Si chiama così perché il mio percorso in questo campo è iniziato nel 2009 e continua tutt’oggi, facendo le scelte giuste grazie all’aiuto dei miei genitori, senza andare di fretta, ma "Passo dopo Passo".

Il videoclip ufficiale di "Dirtelo". Subito dopo, la seconda parte dell'intervista...

Nel 2013 hai vinto il premio “Sanremo Doc-Nuovi Talenti”, che hai ritirato al Palafiori nel periodo del Festival. Ti aspettavi di ricevere un riconoscimento così importante?  

"Ho ricevuto quel premio come miglior artista emergente dell’anno con il mio brano 'Mille Scuse' ed è stato un piccolo ma grande passo nel mio percorso".

E a proposito di premi... “Passo dopo passo” ti ha fruttato il “Sanremo Music Awards”: insomma, un ein plein! Il prossimo traguardo sarà il Festival? Ti sentiresti pronta per un’eventuale partecipazione?

"Grazie al 'Sanremo Music Awards' avrò l’onore di effettuare tour all’estero e anche in Italia. Partecipare al Festival di Sanremo è il sogno di tutti i cantanti, e anche il mio. Giacché non sono ancora maggiorenne, dovrò aspettare un regolamento che permetta anche ai minori di prendere parte, e poi ci proverò. Nel frattempo mi preparo cercando gli inediti migliori".

C’è un artista, nel panorama musicale italiano o internazionale, al quale ti ispiri e che è per te un modello di riferimento?

"Io amo tutti i generi musicali, un po’ meno quello rap e l’opera, e il mio preferito è il pop-rock. Cerco di prendere esempio da tutti i cantanti, perché ognuno ha uno stile proprio, avendo sempre la mia identità e carattere".

Una brillante carriera ti attende dietro l’angolo: hai un altro sogno nel cassetto, che non riguarda la musica?

"Spero che la mia carriera nel settore della musica prosegua e spero, quando terminerò il liceo, di frequentare l’Università".

Ti ringraziamo per il tempo che ci hai dedicato. Ti va di lasciare un messaggio per i nostri lettori? 

"Grazie a tutti coloro che mi sostengono e credono in me. Consiglio a coloro che vogliono intraprendere questa carriera di avere pazienza e volontà perché non è facile questo lavoro. Potete scaricare 'Passo dopo Passo', già in vendita negli store ufficiali di musica, e gli altri miei brani da iTunes, Google Play e altri siti online, inoltre alcuni sono disponibili su Youtube. Vi aspetto sulla mia pagina facebook, twitter, instagram e sul mio sito ufficiale www.paolaferrulli.com. Alla prossima, baci".

di Emanuele Fiocca


 
NEWSLETTER
ISCRIVITI E SARAI SEMPRE INFORMATO IN ESCLUSIVA SU TUTTI I CASTING E AUDIZIONI NON PUBBLICATI SUL SITO


Interviste VIP

Elenco interviste

Star del futuro

Interviste del mese